Due macro di Excel che possono rivelarsi molto utili

(0 voti)
Due macro di Excel che possono rivelarsi molto utili

Forse non tutti sanno che esistono e sono distribuite gratuitamente due utilissime macro di Excel che permettono di importare ed esportare in questo programma memorie di traduzione e glossari in formato TXT e viceversa. Le macro sono state sviluppate da Sergei Mouraviev e sono disponibili da scaricare realizzando il login presso il gruppo di Yahoo! dedicato agli utenti di Translator’s Workbench, nella sezione Files / Macros / Macros from Users, sotto forma di un file chiamato Converter.zip, che contiene anche le informazioni di installazione.

Una volta terminata la procedura, compaiono nel menu Strumenti di Excel due nuove voci:

  • Export to TWB Memory
  • Import from TWB Memory.

A questo punto per importare una memoria di Trados precedentemente esportata in formato di testo basta selezionarla e verrà inserita in un foglio di Excel vuoto, con una colonna per ogni campo e una riga per ogni segmento. Dopodiché possiamo iniziare ad applicare su di essa le funzioni di Excel in maniera decisamente più snella rispetto alla finestra di Maintenance di Translator’s Workbench, dalla semplice funzione di ricerca e sostituzione a quelle più avanzate, come ordinare le unità o applicarvi un filtro per ogni campo disponibile.

 

Questa macro è anche particolarmente utile se disponiamo di un testo allineato in due colonne che vogliamo utilizzare come memoria di traduzione. In questo caso dobbiamo creare un foglio di Excel rispettando rigorosamente il formato con le colonne e le intestazioni identiche a quelle create con l’opzione di importazione. Selezionando l’opzione Export to TWB Memory, possiamo generare un file txt che può essere importato in una memoria di Translator’s Workbench. L’unico limite sono le 65.536 righe massime che può contenere un foglio di lavoro di Excel: Queste macro per Excel convertono una memoria di traduzione dal formato txt al formato xls e viceversa. si potranno quindi importare ed esportare al massimo 65.535 unità, in quanto la prima riga è riservata ai nomi dei campi e non può essere eliminata o modificata. Un numero comunque sufficiente per la stragrande maggioranza delle applicazioni.

Altrettanto utile è la funzione di importazione, nel caso in cui disponiamo di una tabella con segmenti allineati che vogliamo poter utilizzare come memoria di traduzione, con tutte le funzioni di concordanza, ricerca e maintenance di Translator’s Workbench. Capita infatti molto spesso di dover tradurre direttamente nel foglio di Excel, magari riempiendo le celle vuote in un documento tradotto parzialmente. Se pensiamo di poter sfruttare in qualche modo al traduzione esistente, possiamo esportare le celle tradotte in formato di testo e creare una memoria nuova o aggiornare quella esistente.

C’è da dire tuttavia che queste macro risalgono al 2003 e sono compatibili con le versioni di Trados e MultiTerm precedenti alla 7, per via del diverso formato dei file di esportazione, quindi se da una parte è ancora possibile esportare una memoria nel formato Trados 2.x-6.x, per quanto riguarda i glossari, oggigiorno l’uso è limitato. A questo proposito possiamo segnalare Glossword, il programma che abbiamo installato sul nostro server per la gestione dei glossari, spiegato nei dettagli nell’articolo “Come creare e gestire glossari online”.

Qabiria white logo

Crediamo nell’aumento della produttività attraverso l’uso creativo della tecnologia.

Ultime notizie

Contatti

Qabiria Studio SLNE
Carrer Lleida, 3 1-2
08912 Badalona
(Barcelona)
SPAGNA

+34 675 800 826

qabiria

Inviaci un messaggio

Ricevi la newsletter

Vuoi leggere gli articoli e le novità di Qabiria direttamente nella posta?