Come tradurre ]project-open[ nella tua lingua

(1 voto)
Come tradurre ]project-open[ nella tua lingua

Molti utenti di ]project-open[ desiderano tradurre l'interfaccia nella loro lingua, o modificare la traduzione esistente. Per questa operazione esistono tre metodi complementari, due dei quali on line, ovvero direttamente nel database del programma, mentre il terzo è off line, diviso in tre fasi: esportazione, traduzione assistita e importazione dei pacchetti in formato XML.

Metodo 1

Il primo metodo on line è molto comodo perché permette di risolvere abbastanza facilmente i problemi della localizzazione legati alla brevità delle stringhe di testo e alle conseguenti ambiguità. Vediamo come:

  • Eseguire il login di amministratore
  • Entrare in //yourserver/acs-lang/admin
  • Cliccare sulla casella corrispondente della colonna Enabled per abilitare la propria lingua
  • Impostare la propria lingua nella pagina //yourserver/acs-lang
  • Tornare a //yourserver/acs-lang/admin e cliccare su On alla voce Toggle translator mode

A questo punto si noterà che compaiono degli asterischi rossi su sfondo giallo in corrispondenza delle parole nelle varie pagine. Cliccando su questi segni si può inserire una nuova traduzione, mentre cliccando sui cerchi verdi si può modificare quella esistente. Man mano che confermiamo le traduzioni inserite, le vedremo comparire direttamente al posto dell'originale e potremo controllare immediatamente se sono corrette.

NOTA: non tutto quello che compare nelle pagine è traducibile in questo modo, infatti molte stringhe sono hard coded, come si dice in gergo, cioè inserite direttamente nel codice del programma e non fanno parte dei pacchetti della lingua originale, l'inglese, quindi la traduzione rimarrà incompleta, nell'attesa che gli sviluppatori del programma rendano traducibili tutte le stringhe. In ogni caso consigliamo questo metodo per acquisire dimestichezza con l'interfaccia, ma per un lavoro sistematico di traduzione consigliamo di utilizzare il secondo metodo.

Metodo 2

Il secondo metodo permette di tradurre l'interfaccia del programma on line in modo più sistematico, perché vengono visualizzate tutte le stringhe presenti nei pacchetti della lingua originale. Analogamente al metodo 1, occorre:

  • Eseguire il login di amministratore
  • Entrare in //yourserver/acs-lang/admin
  • Cliccare sul nome della lingua
  • Cliccare sull'icona a sinistra di ogni pacchetto

In questo modo si possono inserire le traduzioni nelle apposite caselle.

NOTA: può essere utile cliccare sul nome del messaggio e successivamente in basso su Show files that use this message key, per vedere in quali file compare il testo e decidere la traduzione di conseguenza. Se abilitiamo la lingua come nel caso precedente e la impostiamo come predefinita per l'interfaccia, possiamo sempre controllare l'esattezza delle stringhe inserite mentre la traduzione è in corso.

Metodo 3

Se si preferisce sfruttare le caratteristiche di un programma di traduzione assistita, si possono esportare tutti i messaggi del pacchetto originale in inglese in formato XML e realizzare la traduzione off line mediante lo strumento CAT preferito. Per fare questo non basta avere un account di amministratore, ma occorre anche avere accesso alle cartelle interne del server, preferibilmente tramite il programma gratuito PuTTY, che si può scaricare da qui. Illustriamo di seguito il procedimento:

Esportazione

  • Eseguire il login di amministratore
  • Entrare in //yourserver/acs-lang/admin
  • Cliccare sulla lingua desiderata.
  • Cliccare su Export all messages for this locale

A questo punto in ciascuna delle sottocartelle di /web/projop/packages viene creato un file XML di questo tipo: acs-admin.en_US.ISO-8859-1.xml, che contiene i pacchetti in inglese per il modulo "acs-admin", ad esempio.

  • Per raggruppare tutti i file che ci interessano basta aprire una finestra di terminal o una sessione di PuTTY ed eseguire questi semplici comandi:
   # cd /web/projop/packages
   # find . -name "*en_US*.xml" -prune -print | xargs tar -PSczf english_catalogs.tgz

In questo modo verrà creato un file compresso chiamato english_catalogs.tgz nella cartella /web/projop/packages.

Importazione

Una volta pronti i file XML con la traduzione delle stringhe, vanno salvati specificando nel nome la nuova lingua di destinazione al posto di en_US (es. acs-admin.it_IT.ISO-8859-1.xml). In alternativa i nomi si possono lasciare uguali, per poi modificarli tutti insieme con la funzione multi-rinomina di Total Commander, spiegata in dettaglio in [questo articolo]. Infine questi file vanno nuovamente raggruppati in un unico file simile a quello che abbiamo esportato in precedenza, chiamato ad esempio italian_catalogs.tgz:

  • Copiare nella cartella /web/projop/packages il file tgz dei pacchetti in italiano
  • Aprire una finestra di terminal/PuTTY ed eseguire
   # cd /web/projop/packages
   # tar -xf italian_catalogs.tgz
  • Controllare che i pacchetti siano al loro posto: eseguire ad esempio
   # cd /web/projop/packages/acs-admin/catalog
   # l

Verificare che sia presente il file acs-admin.it_IT.ISO-8859-1.xml

  • Entrare nella pagina //yourserver/acs-lang/admin e cliccare sulla lingua desiderata
  • Cliccare su Import all messages for this locale
  • Risolvere i possibili conflitti che possono insorgere
  • Abilitare la lingua e impostarla come predefinita per l'interfaccia.

Qabiria white logo

Crediamo nell’aumento della produttività attraverso l’uso creativo della tecnologia.

il traduttore insostituibile

Ultime notizie

Contatti

Qabiria Studio SLNE
Carrer Lleida, 3 1-2
08912 Badalona
(Barcelona)
SPAGNA

+34 675 800 826

qabiria

Inviaci un messaggio

Ricevi la newsletter

Vuoi leggere gli articoli e le novità di Qabiria direttamente nella posta?