La traduzione tecnica diventa mainstream?

(1 voto)
Etichettato sotto :
La traduzione tecnica diventa mainstream? Photo by Francisco Diez - New Jersey, USA

Stavo sfogliando il numero di maggio della rivista americana Wired, quando a pagina 67 la mia attenzione è stata colpita da un annuncio con cui Xerox pubblicizza i suoi servizi di traduzione per Ducati. La traduzione tecnica è finalmente approdata sui mezzi di comunicazione di massa? In realtà la pagina pubblicitaria di Xerox è solo una di una serie dedicata ai loro servizi per aziende. Non è neppure il primo caso di pubblicità mainstream, ovviamente. Così a memoria, posso citare anche gli annunci radiofonici di Agostini Associati su Radio24. L’apparizione di qualche annuncio pubblicitario su riviste o canali non specializzati significa dunque che noi traduttori tecnici possiamo sperare in un (tardivo) riconoscimento della nostra professione da parte del grande pubblico? Non ancora, direi.

Tuttavia è indubbio che in questi ultimi anni la traduzione non letteraria ha fatto molta strada nella coscienza della gente. Qualche film dedicato agli interpreti, qualche grossolano errore di traduzione durante incontri politici di vertice diffuso dai quotidiani di tutto il mondo, e soprattutto, l’evolversi delle tecnologie di traduzione automatica; tutto ciò ha generato molta informazione sulla traduzione in generale e di riflesso anche sul mestiere dei traduttori. C’è da augurarsi che si avanzi in questa direzione per evitare di sentirsi chiedere ancora: “Ah, fai il traduttore? E riesci a viverci?”

Qabiria white logo

Crediamo nell’aumento della produttività attraverso l’uso creativo della tecnologia.

Ultime notizie

Contatti

Qabiria Studio SLNE
Carrer Lleida, 3 1-2
08912 Badalona
(Barcelona)
SPAGNA

+34 675 800 826

qabiria

Inviaci un messaggio

Ricevi la newsletter

Vuoi leggere gli articoli e le novità di Qabiria direttamente nella posta?