10 anni di soddisfazioni

(4 voti)
Etichettato sotto :
10 anni di soddisfazioni

Qualche mese fa Qabiria ha compiuto dieci anni. In un mondo dove tutto scorre e cambia con ritmi incessanti, arrivare a un traguardo del genere costringe a qualche riflessione, solleva qualche dubbio e - soprattutto - obbliga a riconoscere pubblicamente il debito contratto nei confronti di tutti i collaboratori che ci hanno consentito di arrivare fin qui.

Partiamo senz’altro da questi ultimi. Grazie. Di cuore. Sincero. Dovuto. Meritato.

Dalla fine del 2007 a oggi decine (centinaia?) di persone hanno contribuito in minore o maggior misura al successo e alla continuità del nostro progetto d’impresa. Senza scadere nel sentimentalismo, e davanti all’impossibilità di citarle tutte, mi limito a ricordarne alcune: i tecnici dei centri di consulenza per imprenditori, alcuni fidati amici più esperti di noi in questioni aziendali, colleghi traduttori già imprenditori che ci hanno elargito preziosi consigli, e soprattutto tutti i linguisti (traduttori, revisori, editor, redattori) senza il cui apporto non avremmo mai potuto offrire i servizi che offriamo. E naturalmente grazie infinite a tutti i nostri clienti, a quelli fedeli negli anni, a quelli con cui ci confrontiamo quotidianamente, a quelli che mandano soltanto poche parole all’anno, a quelli che sono comparsi per pochi giorni nella nostra casella di posta e che poi non abbiamo più rivisto. Da tutti abbiamo imparato qualcosa e soltanto grazie alla loro fiducia abbiamo potuto crescere e prosperare.

Qabiria logo 10 years squared 200

Dicevo che questo compleanno solleva anche qualche dubbio. A volte mi chiedo se ho fatto tutto quello che era in mio potere per consolidare e incrementare l’attività di Qabiria. L’ecosistema delle startup e i business online ci hanno abituato ad aziende che bruciano le tappe e che in pochi anni ottengono considerevoli investimenti da parte dei venture capitalist, vengono assorbite da multinazionali, arrivano persino a quotarsi in borsa. In dieci anni Qabiria si è limitata a fornire il sostentamento a me, a Sergio e a tutti i collaboratori che sono intervenuti periodicamente nell’attività, a volte generando qualche utile a fine anno, a volte no (i bilanci sono pubblici, non c’è bisogno di fare Fantozzi a Courmayeur). Abbiamo un fatturato in linea con le piccole aziende del settore, ma di fondo non abbiamo mai desiderato crescere a dismisura. Probabilmente siamo soddisfatti così, è una questione di mire personali e di comodità.

In dieci anni abbiamo affrontato progetti molto diversi fra loro, concentrandoci soprattutto sulla traduzione tecnica di manualistica e di materiale di marketing. Saltuariamente abbiamo scelto di metterci in gioco con traduzioni editoriali (ricordo con piacere la serie di monografie Taschen sugli attori famosi, un lunghissimo saggio sulla fertilità e un libro su Cristoforo Colombo presuntamente catalano). Abbiamo aiutato altre aziende in qualità di project manager, di selezionatori del personale, di architetti dell’informazione.

In molte occasioni abbiamo trovato il modo di unire la nostra passione per l’informatica con quella per le lingue, dando vita - fra l’altro - a una barra strumenti per il browser, un servizio web per viaggiatori allergici (anteprima: è in corso di restyling!), persino un dizionario di fobie per l’iPhone (non cercatelo: non è più in commercio). Un progetto che ci ha appassionato è stata la digitalizzazione del Dizionario delle Combinazioni Lessicali, che ha rappresentato l’apice del nostro ruolo di mediatori culturali e di project manager: abbiamo guidato un team sparso fra Argentina, Lussemburgo, Italia e Spagna.

In tutto questo, siamo anche riusciti a pubblicare due libri, la Guida completa a OmegaT, il primo manuale dedicato a questo programma di traduzione assistita gratuito e open source, adottato anche come libro di testo in varie università, e Il traduttore insostituibile, un libriccino indirizzato ai colleghi meno esperti per aiutarli a non commettere i nostri stessi errori. I libri sono stati un efficace strumento per estendere la nostra rete di contatti e condividere parte delle nostre conoscenze che ritenevamo utili per tutti.

Fin dall’inizio, infatti, io e Sergio abbiamo remato controcorrente: in un settore dominato dalla segretezza e dalla gelosia per le proprie risorse, noi abbiamo sempre difeso la condivisione del sapere. A una certa tendenza a prendersi troppo sul serio abbiamo contrapposto l’autoironia che ci contraddistingue (com’è evidente sin dalla scelta del nome e del logo). All’ossessione per la precisione linguistica spesso vicina alla pedanteria, abbiamo sempre preferito la comprensione profonda delle esigenze del cliente, avendo ben chiaro che la traduzione è quasi sempre soltanto un anello di una catena di valore ben più ampia.

Gli articoli presenti in questo blog, i corsi, le presentazioni, la partecipazione agli eventi sono state tutte azioni finalizzate a questa condivisione e trasmissione di conoscenze. Il culmine di questa filosofia è stato il lancio, quest’anno, del sito DiventareTraduttori.com, un portale che ambisce a contenere tutte le domande (e tutte le risposte) che si pone chi vuole lavorare come traduttore. Rinnovo anche qui l’invito a registrarsi sul sito e a partecipare alla valutazione e alla creazione dei contenuti.

In conclusione: sono stati dieci anni avventurosi, pieni di curiosità, stimolanti, a tratti faticosi ma sempre ricchi di soddisfazione. Come figlio di due impiegati statali, non avrei mai creduto di essere in grado di trasformare in realtà un progetto imprenditoriale e di assicurargli un minimo di continuità. E invece sono qui, siamo qui, io insieme a Sergio e a decine di collaboratori preziosi, i quali sono un fedele riflesso delle migliori caratteristiche del settore dei servizi linguistici, costituito da persone dalla mentalità aperta, tolleranti, diligenti, affidabili. Sono il motivo per cui dirigere Qabiria non rappresenta alcuno sforzo, è invece un piacevole impegno che spero di potermi sobbarcare per molti anni ancora.

Grazie.

firma

Qabiria white logo

Crediamo nell’aumento della produttività attraverso l’uso creativo della tecnologia.

il traduttore insostituibile

Ultime notizie

Contatti

Qabiria Studio SLNE
Carrer Lleida, 3 1-2
08912 Badalona
(Barcelona)
SPAGNA

+34 675 800 826

qabiria

Inviaci un messaggio

Ricevi la newsletter

Vuoi leggere gli articoli e le novità di Qabiria direttamente nella posta?